Preghiera di un uomo che cade tra le nuvole

rapaceIl racconto ha un soggetto insolito: si tratta degli ultimi istanti di vita di un uomo che ha deciso di morire cadendo dalle nuvole.

La vicenda tratta di un uomo malato di cancro che ha deciso di morire a modo suo, cercando almeno di realizzare il suo sogno: volare.

Il racconto è strutturato come una preghiera, l’ultima preghiera che l’uomo rivolge a Dio nella consapevolezza che il suo tempo è finito. Il volare è visto come una metafora della morte, come un atto trascendente che porta l’uomo a identificarsi con la natura.

La composizione, necessariamente breve, ha una forte carica introspettiva e si basa essenzialmente sul monologo interiore del protagonista alle prese con le paure, le ansie e il senso di attesa di chi sta per affrontare la fine del proprio volo.


Narrativa / Breve Inedito; ha partecipato alla II edizione del premio letterario “Racconti tra le nuvole”, 2013-2014; in esclusiva per “Voci di hangar”

 

Un pensiero su “Preghiera di un uomo che cade tra le nuvole”

  1. Sono un coautore della antologia di racconti che ha come titolo: “Preghiera di un uomo che cade tra le nuvole “.
    Ho provato rammarico nel vedere che il racconto di Elio Errichiello era stato scelto per fare il titolo della raccolta e non il mio “Metamorfosis”. Quando, però, l’ho letto, ho dovuto convenire che, una volta tanto, è stato premiato il più bello.
    E’ veramente un bellissimo racconto e scritto bene. In modo scorrevole tocca aspetti profondi del pensiero umano e li propone miscendoli con i sentimenti e le emozioni che li intrappolano e li occultano proprio come le nuvole nascondono e coprono lo splendore del cielo e del sole.
    Complimenti all’autore che, benchè, giovanissimo, ci ha offerto l’opportunità apprezzare la sua maturità culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.