La virata

virata copertinatitolo: La virata

autore: William Langewiesche

editore: Adelphi edizioni

collana: Biblioteca minima

anno di pubblicazione: 2006

ISBN: 88-459-2071-2

 

Ho scovato uno dei libri più simpatici di sempre.

Ero entrato in una libreria di Orbetello, in provincia di Grosseto. Di solito vado in quella libreria a vedere se è uscito qualche nuovo libro sulle trasvolate atlantiche che proprio da Orbetello sono partite. Ogni tanto trovo qualche novità e ne aspettavo una anche in quei giorni. Ormai i gestori mi conoscono e mi tengono informato su eventuali nuove edizioni.

Uno degli addetti alla vendita mi stava parlando con notevole entusiasmo di un piccolo libro che aveva letto tempo prima e che gli era piaciuto moltissimo, ma non riusciva a ricordarsi il nome dell’autore. Ricordava invece il titolo perché era semplicissimo: “La virata”.

Con l’aiuto del computer si mise a cercare nel loro database, ma non lo trovò. Deluso, continuò a parlarmi di questo semplice libro tanto piacevole e interessante. Alla fine mi disse che il libro costava pochissimo e valeva veramente molto e che, se lo avessi voluto leggere, me lo avrebbe ordinato per quando fossi ripassato da lì. Naturalmente accettai.

Nella visita successiva, appena entrato, ecco arrivare l’addetto con in mano il librettino. Mi dice, tutto soddisfatto, che sarei stato felice di leggerlo. Infatti, ora che l’ho letto, sono anche più entusiasta di lui.

virata copertina interna
La copertina interna del volume curato da Matteo Codignola, autore dell’appendice dal titolo: “Il pilota automatico”

Il libro è piccolo davvero, costa 5,50 euro e conta in tutto una settantina di pagine. Ma sono pagine di vera delizia.

Ho letto tanti libri sull’argomento aviatorio: storia aeronautica, racconti di volo di guerra e di pace, biografie di piloti e non, manuali vari. Perfino libri di filosofia aeronautica. Ma questo è stato una sorpresa davvero.

In verità, non parla solo della virata in senso stretto, ma affronta e sviscera aspetti particolari della virata, con un gran numero di riferimenti storici, medici e tecnici. Qualunque pilota, per esperto che sia, pur sapendo di cosa l’autore sta parlando, rimarrà inevitabilmente sorpreso.

Il nome di questo autore, William Langwiesche, non mi diceva assolutamente nulla, all’inizio. Ma poi, verso la fine della lettura, dalle pagine scritte ha cominciato a venir fuori un vago ricordo di qualcosa che già avevo letto altrove …

Il padre di William aveva scritto un libro intitolato “Stick and rudder”. E questo titolo evocherà lo stesso vago ricordo anche a parecchi altri piloti.

virata matteo codignola
Matteo Codignola, il curatore di questo volume, non avrebbe potuto scegliere un aforisma più emblematico se non quello di Wolfgang Langewiesche, autore del libro “Stick and rudder” nonchè padre di William Langewiesche 

Sembra impensabile di poter scrivere tanto su una sola manovra come la virata. Oltretutto senza neanche affrontare direttamente la spiegazione di come si esegua questa manovra. Senza formule matematiche o di fisica.

virata retrocopertina
La retrocopertina del volume piccolo nel formato ma grande nei contenuti. Ha come titolo originale: “The turn” e nella copertina, di un bel colore blu cielo, riporta la foto di Peter Marlowe del 2003 dal titolo: “In volo”

Nessuno si aspetta l’esistenza di così tante implicazioni che della virata fanno parte. E che sono passate attraverso la storia di oltre un secolo, senza che ce ne accorgessimo, sebbene in questi decenni, tutti noi piloti abbiamo effettuato innumerevoli virate, in tutte le condizioni possibili.






 


Recensione a cura di Evandro A. Detti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.